Books

La figlia femmina di Adamo di Ilaria Scarpiello, Edizioni Clandestine

“Ho speso la maggior parte della mia vita ad aspettare. Il verbo aspettare ha caratterizzato la stragrande maggioranza delle ore della mia vita. Ho aspettato qualsiasi persona, qualsiasi cosa. Ho aspettato tutto, tutti, indistintamente. Ho aspettato mezzi di trasporto, ho aspettato amici sotto casa, ho aspettato buone notizie, ho aspettato tempi migliori. Ho aspettato che passassero gli inverni, ho aspettato il grande amore. Ho aspettato telefonate che non arrivano mai, ho aspettato telefonate che, poi, sono arrivate. Ho aspettato di diventare abbastanza grande, ho aspettato di poter tornare bambina, qualche volta. Ho aspettato stipendi, vacanze, libri ordinati. Ho aspettato che si stancassero di me, ho aspettato che qualcuno sentisse la mia mancanza. Ho aspettato auguri di compleanno, ho aspettato che i compleanni passassero in fretta. Ho aspettato le prime volte, le seconde volte, le ultime volte.”

Domani, in libreria e su inutile, La figlia femmina di Adamo di Ilaria Scarpiello, Edizioni Clandestine

scarpiello-adamo

Annunci

Dai, dicci un fatto pure tu! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...