Fatti che non volevate sapere ma ve li dico lo stesso

Dove fare la sauna gratis: entra in un camerino anche tu!

Il quattro di ottobre una mia cara amica convolerà a nozze.

Ok direte voi, e a noi che ce frega? Vabbè dai, è sabato pomeriggio, che dovete fare?

Sono una donna, su questo non ci piove. E come donna, appartengo alla categoria di quelle che attendono sempre l’ultimo minuto per trovare l’autfit giusto. Giri e giri su siti online che vendono di tutto e che hanno quello che cerchi ma tanto “c’è tempo!”, poi passeggiata di ricognizione per appuntare i negozi nei quali “sì, quell’abito è carino ma boh, non lo so, forse non è adatto”. E siamo al ventotto di settembre e niente, non ho ancora comprato niente.

Come donna appartengo anche alla categoria di coloro che hanno l’armadio pieno, pieno di roba ma che comunque finiscono con il dire che no, “non hanno niente da mettersi”.

Che si fa, allora? Per comprare qualcosa online è tardi e non resta che ritornare nei negozi di prima. Seguita da un Compare Alfio assolutamente scazzato, comincio a scegliere gli abiti che mi piacciono e a portarli verso il camerino. Piccolo, piccolissimo, con la tenda pesante, senza specchio, con un solo gancio per appendere tutto ed un faretto dalla luce accecante puntato in testa. Se mi chiedessero cosa odio di più fra le scarpe proposte da Chiara Ferragni e provare gli abiti in cubicoli angusti, sceglierei sicuramente la seconda. E le scarpe di Chiara Ferragni sono brutte assai, ma assai.

diapositiva delle brutte scarpe di Chiara Ferragni
diapositiva delle brutte scarpe di Chiara Ferragni

Ma insomma, bisogna farlo. Il tempo stringe e ci si deve presentare decentemente ad una cerimonia. Comincio a spogliarmi. Rivoli di sudore corrono lungo la mia schiena. Maledico quattro santi che mi vengono in mente. Infilo il primo ed è troppo lungo. E vabbè, tanto era quello che mi piaceva di meno. Infilo il secondo e sento il fondotinta che comincia a squagliarsi allegramente. Altro che polvere compatta antilucido, manco il cemento basta. Intanto dal gancio di fronte cominciano a crollare le grucce.

“Tutto bene?” chiede la commessa. “Bene un cazzo” vorrei risponderle ma mi limito a sibilare un ironico “Benisssssssimo, grazie!” e intanto fioccano maledizioni.

Niente, niente mi sta bene. Emergo dal loculo nelle condizioni di una che ha corso la maratona di New York e penso che questo è uno dei tantissimi motivi per cui preferisco di gran lunga lo shopping online.

Ora, è vero che c’è il rischio che quello che si ordina possa non andar bene, non essere adatto, essere più brutto di quello che immaginavano, di un colore non propriamente identico a quello che desideravamo, ma volete mettere il vantaggio di provare tutto a casa vostra? Davanti al vostro specchio (che avete scelto perché vi fa sembrare più magre), con le scarpe che vi piacciono invece delle ballerine che indossate per le sessioni di shopping estremo (quelle che fanno acquisti con i tacchi a spillo esistono solo nei film e nelle pubblicità oppure a Via del Corso incastrate nei sampietrini), con quel body modellante e il reggiseno che fa due poppe così?

Volete mettere la possibilità di chiedere al vostro fidanzato come state e sentirvi rispondere: “Stai bene, come sempre” perché lui è rilassato e può guardare Sky Sport mentre voi armeggiate con i top? Volete mettere la possibilità di riprovare tutto con una luce diversa per scoprire se la gonna che avete scelto è trasparente? Un’altra storia.

Allora, cari commercianti, se non volete essere spodestati dall’internet fate camerini più grandi. Preferiamo trovare meno roba ma potercela provare senza morire soffocate. Mettete a disposizione delle scarpe con il tacco. Non costringeteci ad uscire per guardarci allo specchio: non ci piace avere mezzo negozio che si volta a verificare quanto sono grosse le nostre cosce.

Imparate da Victoria’s Secret: camerini spaziosi, grandi specchi, addirittura un divanetto per permettere a chi vi accompagna di sedersi comodo mentre vi provate tutto.

In ogni caso, adesso so esattamente in quale negozio andare a fare la sauna gratis.

una delle bonazze di Victoria
una delle bonazze di Victoria
Annunci

Dai, dicci un fatto pure tu! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...