Books

Un sacco di fatti, voi leggeteli.

Cari miei 7,8 lettori,

sono stata esclusa dal mondo dell’internet. Smartphone defunto dopo sei mesi e Fastweb che fa ciaociao con la manina e mi abbandona. Otto lunghissimi giorni e il mio Samsung in viaggio per la Mole Antonelliana. Però, ecco, senza connessione ho fatto molte cose.

Ho usato l’aspirapolvere, quel coso brutto di Rowenta che odio. Mai avuto feltrini delle sedie così puliti, mai. Ho preparato una torta di mele di pasta frolla senza rivolgermi a Giallo Zafferano. Ho letto un sacco, tantissimo. Sono stata alla fiera della piccola e media editoria di Roma, Più libri più liberi, ho dimostrato a quelli che non ci credevano che anche le terrone possono leggere in pubblico senza chiudere troppo le vocali. Ho abbracciato prima Zero Calcare e poi Massimo Carlotto. Ho portato un pezzettino di Casal Bruciato su Abbiamo le prove. Insomma, una vita oltre l’internet c’è, ma è difficile.

Alla fiera (sotto una diapositiva) ho letto brani del libro “La figlia femmina di Adamo” di Ilaria Scarpiello che presentava la sua opera con Cinzia Biondillo, una psicoterapeuta che adesso siamo amiche sennò mi sarei rivolta a lei di sicuro. Il libro è bellissimo, qui potete leggerne la recensione e qui fare clic per acquistarlo.

piulibri_scarpiello

Alla fiera ho conosciuto e rivisto un sacco di twitteri con cui parlo tutti i giorni ma che adesso hanno finalmente delle sembianze umane. Mando un bacio al sexy storico @Svagaia, a @LeggendoLibri, a @Tempoxme_libri, @NadiaTerranova, a @lapellediessopo, a @Silve_rye e alla signorina Minimum Fax @SignorinaLave. @Federicod1Vita non l’ho visto perché mi stavo passando la piastra, ma mi sono consolata prendendo il caffè con @_insipienza.

Cose belle: ho speso tutti i miei averi in libri, questi.

1386533260286

Quattro libri che ho letto durante l’assenza, due che mi sento di consigliarvi e due che è meglio una pizza e un gelato: “Stanno tutti bene tranne me” di Luisa Brancaccio per Einaudi di cui potete leggere qui  e “Il Ministero della bellezza” di Marco Lazzarotto per Indiana.

I due libri NO: il tanto osannatoLivelli di vita” di Julian Barnes per Einaudi e “L’ombelico di Giovanna di Ernest Van Der Kwast per Isbn. No, proprio no.

Degli abbracci a Zero Calcare e Massimo Carlotto non ho testimonianze fotografiche, vi dovete fidare. Comunque Carlotto è gigantesco e morbidissimo e Zero Calcare arrossisce molto.

Di Casal Bruciato ho scritto su questo blog più volte e si sa, si scrive bene solo di cose che si conoscono da vicino. Dopo Mimmo, su Abbiamo le prove potrete leggere di Spartaco e del suo polveroso negozio di dischi.

Cos’altro? Vi ricordate la Crostata normale per persone normali? Ci ha provato anche Mita Borgogno l’otto dicembre. Qui il risultato.

Un’altra cosa di cui nessuno sentiva il bisogno: è nato Fare tutte cose, il tumblr che vi aiuta a sopravvivere nel mondo moderno, incredibilmente utile per l’umanità tutta.

E poi basta, che alla fine solo otto giorni erano.

Annunci

Dai, dicci un fatto pure tu! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...